FINALITA’ DELL’ASSOCIAZIONE

UNO SGUARDO ALL’ORGANISMO

UVISP-ASSISI (Unione Volontariato Internazionale per lo Sviluppo e la Pace) è un Oganismo on Governativo  di cooperazione  e solidarietà internazionale, sorto nel 1983 per iniziativa di padre Giorgio Roussos  (un frate francescano). Ottiene nel 1987 l’idoneità dal Ministero degli Affari Esteri  con Decreto Ministeriale  n° 1987/128/4126/3/D e dal 1988 aderisce a “Volontari nel mondo FOCSIV”. Il fine dell’associazione è quello di collaborare alla costruzione  di un mondo migliore ispirandosi  ai valori di fratellanza e di giustizia; pone al centro del suo impegno solidale l’uomo, al di là di ogni appartenenza di razza, ideologia e religione. L’associazione è formata da sei commissioni , ciascuna con specifiche funzioni:

 

  1. Commissione progetti
  2. Commissione adozioni a distanza
  3. Commissione migranti e povertà locali
  4. Commissione informazione ed educazione allo sviluppo
  5. Commissione formazione ed invio volontari
  6. Commissione raccolta fondi

 

L’UVISP-ASSISI realizza progetti nei Paesi del Terzo Mondo, privilegiando tre settori di intervento: istruzione, sanità e creazione di posti di lavoro. Promuove e gestisce adozioni a distanza di minori in America Latina, Africa e Asia. Presso la sua sede di Bastia Umbra ha uno sportello polivalente per aiutare i più bisognosi, italiani e stranieri, che vivono sul territorio. Vengono distribuiti beni di prima necessità ( alimenti, mobili, indumenti ). L’Uvisp-Assisi, inoltre, svolge una intensa attività di informazione ed educazione allo sviluppo, attraverso tavole rotonde, eventi culturali e artistici. Al tempo stesso , organizza iniziative ( pesche di solidarietà , concorsi manifestazioni varie ) il cui ricavato viene utilizzato  per contribuire al finanziamento di  progetti che l’Associazione realizza nei Paesi in via di sviluppo.

 

NOTIZIE SULL’U.V.I.S.P. – ASSISI:

COM’È NATO L’ORGANISMO.

L’organismo nacque dal nulla; Padre Giorgio Roussos, nel 1983 rientrò a Santa Maria degli Angeli dal Nicaragua con il fisico molto provato e distrutto dalla durezza della vita missionaria (rimase infatti 8 anni nell’America Centrale). Una volta ripresosi, si impegnò per rispondere alle continue richieste espresse dalla gente della sua vecchia missione che necessitava di medicine. Il frate iniziò l’invio di medicinali in Nicaragua (paese dilaniato dalla guerra civile), grazie all’aiuto di un amico dottore che raccoglieva molti campioni offerti dalle case farmaceutiche. Quindi la prima attività dell’U.V.I.S.P.-ASSISI fu la raccolta di medicinali. La gente di Santa Maria degli Angeli cominciò a darsi da fare su questo versante.

Successivamente Padre Giorgio iniziò a visitare con sistematicità quasi tutte le parrocchie dell’Umbria raccogliendo medicine e indumenti che venivano selezionati da volontari locali per procedere poi alla spedizione. Entrò pure nelle scuole delle due province umbre per sensibilizzare i giovani creando una mentalità nuova;  visitò inoltre le varie fraternità  del Terzo ordine francescano con l’intento di risollevarle e di coinvolgerle in un rapporto di collaborazione verso il mondo missionario. Padre Giorgio sentì il bisogno di un’automobile per spostarsi agevolmente lungo le strade dell’Umbria e svolgere il suo ministero.

In seguito acquistò anche un furgone con il quale raccogliere le numerose donazioni (sacchi con indumenti e medicinali). Sempre fiducioso nella provvidenza sentì la mano di Dio che lo guidava e lo sosteneva nei suoi disegni. Nel 1987, pochi mesi dopo la fondazione ufficiale dell’U.V.I.S.P.-ASSISI, acquistò presso Bastia Umbra a prezzo conveniente una occasionale grande struttura (750 mq2) che divenne la sede stabile e funzionale dell’associazione stessa, dando così il via ad importanti attività che in parte documentiamo su questo calendario.